Le Certezze Del Biologico

biofach2019Il 2019 vedrà l’attività di Consorzio il Biologico sempre concentrata sulla promozione e divulgazione dell’agricoltura biologica, delle sue tecniche, strategie e valori. Il successo e la diffusione che il bio sta avendo negli ultimi anni lo pongono al centro dell’attenzione dei consumatori, anche in qualità di cittadini. Con il presidente Lino Nori partiamo allora dalle certezze del biologico.

  • Nori, quali sono i punti di forza su cui il bio italiano può contare, sia rispetto all’agroalimentare convenzionale, sia rispetto ad altri paesi?

La prima certezza è il saper rispettare le esigenze dei consumatori, che oggi vogliono prodotti sani, sostenibili, buoni. La cultura del cibo e dell’alimentazione hanno fatto grandi progressi in questi anni e tanti possono ancora farne. Non si tratta di una moda passeggera, ma di qualcosa di profondo che tocca gli stili di vita e i valori. E il biologico sa farsene carico.

  • E la certificazione? Sicuramente possiamo inserirla nelle certezze, ma in che modo?

Con una constatazione molto semplice: i prodotti bio sono molto più controllati di quelli convenzionali, perché al consueto livello di controllo ne aggiungono uno proprio. Responsabili qualità delle aziende, ispettori e personale degli organismi, un grande insieme di persone che seguono e lavorano lungo tutto il processo produttivo del bio. Lo sviluppo di queste professionalità fa la differenza. Mi piace poi ricordare che il controllo non va inteso come un poliziesco cercare crimini nascosti, ma un passaggio fondamentale che aiuta, qualche volta costringe, l’azienda a migliorarsi. Per fare bio bisogna essere bravi e competenti.

  • Abbiamo elencato alcune certezze, ma c’è qualcosa di peculiare che distingue il bio italiano anche da quanto propongono gli altri paesi?

Diciamo che le aziende del biologico riprendono la tradizione eno-gastronomica italiana che, come sappiamo tutti, significa prodotti di alta qualità e varietà. Per i motivi detti sopra, il bio riesce ad amplificare ed esaltare queste caratteristiche. I prodotti bio italiani sono per questo apprezzati e richiesti in tutto il mondo. Lo sanno bene le aziende del Consorzio che lavorano duramente sull’export e al Biofach fanno di tutto per mettersi in mostra. Alla Fiera di Norimberga avrà infatti 55 aziende associate, per un’area espositiva di 1200 mq, e Bio.it l’unico ristorante bio di tutta la manifestazione.