30 anni di biologico

Il biologico a settembre ha il classico appuntamento con SANA, la manifestazione di Bologna Fiere a cui partecipa anche Consorzio il Biologico, con la consueta area collettiva con le aziende associate. Con il presidente Lino Nori partiamo da un doppio anniversario:

  • 30 anni sia per SANA che per il Consorzio: ovviamente non è una coincidenza che la principale fiera e le principali aziende del bio si sono mosse nelle stesso periodo.

Fiera e Consorzio sono nate insieme perché l’esigenza era comune: da una parte cominciare a dare la prima vetrina nazionale professionale a un settore agli albori, dall’altra mettere insieme un nucleo di aziende dell’industria agroalimentare che volevano avvicinarsi a un mondo più naturale e sostenibile attraverso l’innovazione, la tecnologia, la ricerca e anche le garanzie per il mercato. Esigenze che sono validissime anche oggi che il biologico ha ben altra popolarità.

  • Proprio l’Osservatorio SANA ci dice come circa il 90% delle famiglie italiane acquista biologico, almeno una volta l’anno, oltre il 25% tutte le settimane. Qual è la sensazione delle aziende, la crescita può ancora continuare?

Sì, ci sono ancora ampie possibilità per chi vuole espandersi in questo settore, sia nel mercato nazionale che in quello internazionale, dove la cucina italiana bio ha grandissimo successo. Il numero di operatori, l’estensione delle superfici coltivate e la quota di spesa possono crescere ancora: lo mostra il fatto che solo da poco nella grande distribuzione si trova una forte e articolata proposta di prodotti, l’effetto di questa offerta è ancora da vedersi e svilupparsi. Spiace solo che alcuni media non capiscano pregi e difetti del bio, ma denigrano senza motivo e senza raccontare cosa è davvero il biologico ai lettori.

  • Tutti i settori produttivi hanno dei problemi, ma volendo esprimere un desiderio cosa migliorerebbe?

La sfida dei prossimi anni è continuare l’espansione tenendo alta qualità e garanzie. L’aspetto che più si dovrebbe migliorare è quello organizzativo e promozionale: come sappiamo in Italia abbiamo tradizioni e competenze impareggiabili, dobbiamo essere più bravi a cooperare, nel nostro caso fare filiere, così potremmo farci valere ulteriormente. Sono passati 30 anni, ma siamo appena all’inizio.

NL 2018 sana - 01 NORI

tag: